Storia e Mnemostoria dell'Antico Egitto, ossia la storia per come recepita, nel tentativo di comprendere la storia per come stata.
Ti piace questo Forum? Dillo ai tuoi Amici su




Discussioni Recenti
 
Pagina precedente | « 13 14 15 | Pagina successiva
Facebook  

N. Reeves: "The burial of Nefertiti?" [La sepoltura di Nefertiti?]

Ultimo Aggiornamento: 03/01/2018 15.38
Autore
Vota | Stampa | Notifica email    
OFFLINE
Post: 14.413
Post: 3.402
Registrato il: 26/02/2006
Colei/Colui che siede alla
destra della Sacerdotessa
Scriba Reale
[IMG]http://egittophilia.altervista.org/_altervista_ht/Staff/M1.png[/IMG]
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/20/28/789480768.png[/IMG]
- Waenra,
MerytWaenRa, Semenet -
19/07/2017 18.53
 
Quota

Vedremo...
OFFLINE
Post: 1.438
Post: 1.438
Registrato il: 19/06/2012
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/20/28/789480768.png[/IMG]
EgiTToPhiLo/a
Scriba
Maestro degli Scribi
30/11/2017 21.38
 
Quota

Ultime nuove da "La Stampa"
Ho preferito copiare tutto l'articolo per evidenziare come le certezze citate in altri siti, siano in contrasto con la prudenza di questo articolo. Faccio solo notare l'inizio che certifica le cavità, per poi retificare, con invito alla prudenza, nella parte successiva.

FABRIZIO ASSANDRI
TORINO

Ci sono due cavità sospette vicino alla tomba di Tutankhamon. Due vuoti nella roccia. Il più grande a sinistra, l’altro a destra della camera mortuaria. Le dimensioni sono compatibili con quelle di stanze funerarie. La scoperta degli scienziati italiani, il team del Politecnico di Torino guidato dal fisico Franco Porcelli, è stata resa nota a Berlino dall’ex ministro egiziano Mamdouh Eldamaty, riportata dal giornale Der Tagesspiegel. È una svolta rispetto a quanto sapevamo. Riapre i giochi nella ricerca di quello che è considerata il Santo Graal dell’egittologia, la tomba di Nefertiti.

I radar degli scienziati italiani, chiamati dall’Egitto per cercare il sepolcro della regina, hanno trovato presunte cavità nel sottosuolo della Valle dei Re. Tutto era partito nel 2015: l’archeologo inglese Nicholas Reeves ipotizzò che la dimora eterna di Nefertiti, Grande sposa reale del faraone Akhenaton, si trovasse oltre la camera mortuaria di Tutankhamon, dietro a porte murate. Ipotesi e leggende alimentate dalla morte improvvisa del faraone bambino: non avendo il tempo per costruire una tomba tutta per lui, sarebbe stato sepolto nell’anticamera di un’altra tomba, ancora nascosta, quella della sua matrigna Nefertiti.

Gli egittologi si sono divisi, gli scienziati pure. Due ricerche con strumenti scientifici - una giapponese, una del National Geographic - sono giunte a risultati opposti. Scoppiò anche un caso politico. Il governo egiziano comunicò con enfasi i risultati promettenti dei giapponesi, smentiti dalla seconda ricerca. Qui s’inserisce il lavoro del Politecnico, che dovrà dire in definitiva se c’è o no qualcosa oltre il muro affrescato della tomba. Ebbene, le scoperte italiane riaprono gli interrogativi e riaccendono le speranze.

L’ex ministro parla di «anomalie» vicino alla tomba di Tutankhamon, trovate con strumentazioni elettriche e onde elettromagnetiche che fanno «vedere» fino a 10 metri sotto terra. Franco Porcelli, fino al 2015 addetto scientifico dell’ambasciata al Cairo, non vuole commentare risultati ancora top secret. Ma conferma la scoperta di due anomalie, attraverso elettrodi all’esterno della tomba che hanno misurato la consistenza del sottosuolo. «La resistenza al passaggio della corrente elettrica è alta se ci sono cavità, perché le correnti non possono circolare nel vuoto. Sono queste le anomalie che abbiamo trovato».

Dobbiamo aspettarci un’altra tomba o camere nascoste? Ogni ipotesi è prematura: potrebbe anche trattarsi di una diversa, naturale, consistenza della roccia. O di cavità scavate per altri scopi. Per ora non sono stati rilevati segni di collegamento, «ma se dovesse esserci un corridoio dalla tomba alle anomalie, e se questo fosse pieno di detriti, potrebbe essere invisibile ai nostri strumenti». Sono tanti i misteri che avvolgono la morte del faraone bambino, avvenuta nel 1330 a. C., per omicidio, malattia, o un banale incidente con il cocchio. Porcelli ha fatto parte di un’altra ricerca, scoprendo che la lama del pugnale del corredo funebre era di origine meteoritica. E un mistero è anche la pittura nella tomba, che secondo Reeves raffigurerebbe Nefertiti, non Tut.

Non ci sarà bisogno di scavare per scoprire la verità, a cui si potrebbe giungere presto. «Stiamo attendendo dal ministero delle Antichità il via libera a eseguire analisi, stavolta dall’interno della tomba, con georadar di ultima generazione», dice Porcelli. Le instabilità che scuotono l’Egitto non aiutano, anche se l’ex ministro ha detto che le indagini potranno partire a gennaio.


Le puntate aumentano, nel miglior stile delle serie che non finiscono mai ... [SM=g999108]

[SM=g999100] ...Nec
OFFLINE
Post: 6.101
Post: 4.858
Registrato il: 14/09/2006
Colei/Colui che siede alla
destra della Sacerdotessa
Scriba Reale
[IMG]http://egittophilia.altervista.org/_altervista_ht/Staff/M4.png[/IMG]

Scriba del
Tempio di Thot

01/12/2017 10.29
 
Quota

Beh, direi che l'articolo è serio e scientifico, come dovrebbe essere, ben lontano dai sensazionalismi cui ci hanno abituato altri personaggi, con o senza cappello alla Indiana Jones.
Del resto, il proverbio dice che per fare troppo in fretta la gatta fece i gattini ciechi.
In questo caso abbiamo a che fare con scienziati che non necessariamente sono appassionati di egittologia, e questo forse è un bene perché non sono portati a cercare per forza quello che magari non c'è, ma più "semplicemente" svolgono quel che è il loro vero lavoro e rispondono solo alla scienza esponendo dati di fatto e non teorie.
Speriamo, perciò, che stavolta la serietà di scienziati degni di questo nome porti a risultati più concreti, siano essi la definitiva certezza che non c'è niente, o la straordinaria scoperta che lì dietro c'è davvero qualcosa.
OFFLINE
Post: 462
Post: 462
Registrato il: 26/11/2011
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/20/28/789480768.png[/IMG]
EgiTToPhiLo/a
Artista del Re
03/01/2018 11.07
 
Quota

Forse dietro ai muri nella toba di Tutankhamon ci sarà qualche cosa, ma non capisco perchè dovrebbe esserci Nefertiti.
Akhenaton lasciò scolpito sulla stele di confine: “Sia fatta una tomba per me sulla montagna orientale [di Akhetaten]. Lascia che la mia sepoltura sia fatta in essa, nel milioni di giubilei che l'Aten, mio padre, ha decretato per me. Lascia che la sepoltura sia per la Grande Moglie del Re Nefertiti si farà in esso, nei milioni di anni [che l'Aten, mio padre, decretò per lei. Lascia che la sepoltura di] la figlia del re, Meritaten, [essere fatto] in esso, in questi milioni di anni.”
Per quanto riguarda le mummie di Akhenaton e Nefertiti sarebbero quindi rimaste nella Tomba Reale come disposto dalla sua volontà.
Non possiamo che riferirci a quanto ritrovato dagli studiosi a cominciare dai primi visitatori europei della Tomba Reale. Da Wallis Budge nel 1887-8 e Alexandre Barsanti nel 1891 e il 1892 fino agli anni 1980, quando Geoffrey Martin guidò una spedizione nella zona pubblicandone i risultati in “.'The Royal Tomb at El-Amarna', I-II (Londra, 1974, 1989)
La parte principale del volume è costituito del catalogo degli oggetti che sono stati certamente trovati nella tomba e in alcuni casi nella sua vicinanza, in tutto un insieme di 483 oggetti. Tra essi vi sono: i frammenti dei sarcofagi di Akhenaton e Nefertiti con i loro coperchi, frantumati in numerosi piccoli frammenti e la cassetta dei canopi.
È quasi certo è che i loro corpi non lasciarono Amarna. I resti di una mummia bruciata, trovata fuori della tomba reale nel 1880, associata ai gioielli della cache (compreso un piccolo anello d'oro con il cartiglio di Nefertiti) e alcuni resti umani ne sarebbero la conferma. Sono 215 gli ushabti, dei quali 11 sono di provenienza sconosciuta, compreso uno con il cartiglio di Nefertiti e ostraca.
Un particolare interessante: Nel 1982, nelle acque della località turca di Uluburun, venne scoperto il relitto di una nave da carico datata al Tardo Bronzo, tra il materiale recuperato uno scarabeo d’oro con il sigillo di Nefertiti (Museo di Uluburun, Turchia). Impossibile non pensare che tale prezioso oggetto non fosse tra gli amuleti della sua mummia e che la sua presenza in una località così lontana sia dovuto alla spogliazione e distruzione della tomba reale.


OFFLINE
Post: 122
Post: 122
Registrato il: 14/01/2013
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/20/28/789480768.png[/IMG]
EgiTToPhiLo/a
Suddito
03/01/2018 15.34
 
Quota

Mah...Certo è che ce ne passa, tra il fare ipotesi di tipo geomorfologico su una cavità (naturale o artificiale ?) individuata presso la tomba più famosa della Valle dei Re e il fare ipotesi che si tratti niente-poco-di-meno che della tomba segreta della mitica regina Nefertiti, tanto fascinosa e arcinota al grande pubblico, quanto effimera e isolata da gran parte del suo popolo nella realtà storica.
A me risulta che (secondo alcuni studiosi) quella tomba inizialmente era stata preparata dal potentissimo vizir-tutore Ay per se stesso. E che alla morte del giovane Tut, lo fece seppellire in quella, per scippargli quella di fatto destinata al re, che si trova nella Valle delle Scimmie, presso quella dell'illustre nonno di Tut, Amenhotep III Neb-maat-Ra.
Se poi, nel più sensazionale dei casi, si trovasse davvero la sepoltura di una regina, penserei più a personaggi che da vivi dimorarono in Tebe, sia pure per brevissimo tempo.
Quindi escluderei Nefertiti, lasciando invece aperta l'ipotesi per MeritAton, che successe ad AkhenAton dopo la morte del padre, o per Sat-Amon, moglie-figlia di Amenhotep III . Due donne che divennero regine in circostanze assai diverse, ma che vissero e certamente morirono tutte a Tebe.
Regine di cui, per quel che ne so da 'non addetto ai lavori', mi risultano mancare ancora all'appello sia le loro mummie che le relative sepolture. [SM=x822741]
[Modificato da Bubastis2013 03/01/2018 15.38]
Vota:
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | « 13 14 15 | Pagina successiva
Nuova Discussione
 | 
Rispondi

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 16.44. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com

Discussioni Recenti






ATTENZIONE!
Tutto quello che viene pubblicato nei forum di Freeforumzone S.n.c. e' sotto il nostro copyright e non puo' essere ridistribuito senza autorizzazione dell'Autore del messaggio e dell'Amministratore.
Tutti i contenuti (codice di programmazione, grafiche, testi, tabelle, immagini, e ogni altra informazione disponibile in qualunque forma) sono protetti ai sensi della normativa Italiana ed Europea in materia di opere dell'ingegno.
Ogni prodotto o Societa' menzionati sono marchi dei rispettivi proprietari o titolari e possono essere protetti da brevetti e/o copyright concessi o registrati presso le autorita' preposte.




Portale Chi Siamo Archeologando Articoli Forum WiKiHiero


Qualità e pertinenza certificata da


Dedico EgiTToPhiLìa a colui che ha saputo insegnarmi che cos'è l'umiltà, senza parole, ma coi gesti e con l'esempio quotidiano.
Un'altra delle ragioni per cui l'ho amato, e lo amo, più di chiunque altro. Oggi ch'egli vive ancora, e per sempre, dentro il mio cuore, dedico EgiTToPhiLìa a...
... mio padre.

© Egittophilìa, 2005 - 2016. All rights reserved.